Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.

iyarDi Rav Alberto Sermoneta
23 aprile 2020

Questa sera inizia il primo dei due giorni di Rosh chodesh Ijar, è il mese in cui capitano, secondo la tradizione ebraica, soltanto cose buone.

Il nome stesso del mese già indica qualcosa di molto buono
אייר che secondo i Maestri della kabalà, è composto da lettere che sono le iniziali di una frase della Torà:
Anì. Io sono
A'. Il Signore
Rofeekha. Tuo guaritore
Il 5 di questo mese, cade una festività moderna, ma importantissima per il popolo di Israele: Yom ha Atzmaut. Infine, sempre in questo mese cade "lag ba Omer - il trentatreesimo giorno dell'omer" in cui si festeggia la fine della pestilenza che uccise migliaia di discepoli di Rabbì 'Akivà, e nei giorni successivi tornò a risplendere la luce fra studiosi di Torà.
Auguriamoci che il Signore D-o possa farci gioire nel vedere la fine della pestilenza di questo buio periodo, che ha colpito tutti gli esseri umani e portare guarigione, pace e serenità in mezzo a noi.
Chodesh tov