Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel sito accetti l'uso dei cookie.

Di Rav Alberto Sermoneta

Se Isacco può essere definito il primo sionista della storia del nostro popolo, suo figlio Giacobbe è sicuramente il primo ebreo che va in Golà - Diaspora.
Tutta la sua vita sarà un alternarsi fra la Diaspora e la Terra dei suoi avi (la futura Terra di Israele) e tutta la sua vita sarà all'insegna della paura e del timore di rapportarsi con altri popoli .

Di Rav Alberto Sermoneta

"Vaikkach meavné ha Makom va iasem meraashotav vaishkav ba Makom ha hu - E prese una delle pietre del Luogo, la pose sotto la sua testa e giacque in quel Luogo".

Di Rav Alberto Sermoneta

La parashà inizia descrivendoci il sogno di Giacobbe, che vede degli angeli divini, che salgono e scendono da una scala che unisce il Cielo alla terra e termina con l'incontro di altri angeli.

Di Rav Alberto Sermoneta

"Se il Signore sarà con me e mi custodirà in questa strada che sto percorrendo e mi concederà pane per mangiare e abiti per vestire; mi farà tornare in pace a casa di mio padre, il Signore sarà per me D-o....

Di Rav Alberto Sermoneta

"vaifga' ba maqom - e si  imbatté nel Luogo" (Bereshit 28, 11)

Di Rav Alberto Sermoneta

Nella parashà si narra della fuga di Giacobbe verso la Mesopotamia da Labano, fratello di Rebecca, dopo essersi impossessato della primogenitura e della benedizione di suo padre Isacco.
Mentre fugge da suo zio, Giacobbe si imbatte in un luogo e si ferma lì a trascorrere la notte.
Il testo dice: "Vaifgà ba makom vajalen sham ki va ha shemesh- Si imbattè in un Luogo e si addormentò lì perché stava tramontando il sole".

 

 

Di Rav Alberto Sermoneta

“Va iezzè Jaakov mi Beer Shava va clielekh Charana” – “E uscì Giacobbe da Beer Sheva e andò a Charan".
Con queste parole la Torà descrive la partenza di Giacobbe dalla casa paterna per rifugiarsi da suo zio Labano, dopo i fatti avvenuti con suo fratello Esaù.
I commentatori ci mostrano che a differenza di Isacco, che non ha mai abbandonato la terra di Israel, Giacobbe è il primo ebreo ad andare in Diaspora:
Diaspora che durerà venti anni.
Facciamo un pò di esercizi di grammatica:
Il verbo "la zet - uscire" al passato della terza persona singolare fa "iazzà - uscì" mentre "iezzè" corrisponde al futuro della terza persona singolare; quindi "uscirà".